mercoledì, novembre 16, 2005

...e se il buongiorno si vede dal mattino!

E se il buongiorno si vede dal mattino, non oso immaginare come succederà entro stasera!Avevo, km al solito, i corsi alle otto e mezza ma, appunto come al solito, mi sono svegliata alle otto e un quarto! Con una fretta furiosa mi sono trascinata in cucina ma, dato che avevo ancora gli occhi chiusi e la mente beatamente nel mondo dei sogni, ho tirato giù una pila di bicchieri che, in una frazione di secondo, si sono meravigliosamente frantumati per terra!Ovviamente era davvero troppo tardi per riparare al danno, così ho preferito lasciare la cucina come un campo di battaglia e teletrasportarmi verso il bagno.Ma le disavventure non sono finite qui...bisogna aggiungere l'acqua troppo bollente della doccia che, causa fretta, non ho regolato e che mi ha colto di sorpresa, e il meraviglioso regalo che ho trovato in una scarpa...non so che in che modo, un essere ignomibile e disgustoso (leggi ragno!) si era costruito un'allegra dimora nelle mie Adidas. Per sfrattarlo mi ci é voluto una bel pò...chissà se Berlusconi penserà anche a lui! Sono arrivata all'ascensore credendo che ormai i contrattempi fossero alle spalle ma, in realtà, due allegre vecchiettine del mio palazzo discorrevano sulprezzo della frutta, rimanendo sulla soglia dell'ascensore...in questo modo, non poteva arrivare su e sono stata costretta a fare ben sei piani a piedi!Sono arrivata a lezione con l'aspetto sconvolto di una povera vittima della sua sbadataggine, di chi ogni mattina combatte con le sue disavventure quotidiane...ma sono proprio giornate come queste che mi ispirano domande molto poco filosofiche(!!!)...metterò un pò di ordine nella mia vita?Ma, in fondo, la felicità sta nelle piccole cose e la bellezza della vita si riscopre proprio attraverso i piccoli regali dati dalla quotidianità...perciò quale modo migliore per gioire che comprare caffé alle sette di mattina e attraversare le strisce pedonali con un carrello?

1 commento:

Lucy ha detto...

cioè...non ho parole. nessuno le avrebbe leggendo questo articolo e conoscendoti! perchè non racconti a tutti come stanno realmente i fatti? perchè non racconti di "Giurin-giuretto"? perchè non racconti delle visite al supermercato alle 7 di mattina?
oggi è stata una giornata terribile, lo sai. sono stanca, depressa, dolorante. ma una cosa è certa: tu, Virgi e Laura siete le mie adorate baby-sitter, senza di voi oggi avrei perso il senno.
E meno male che questo 17 novembre, anche per quest'anno, è finito.